Adeguamento simico edifici storici di Bologna

Una necessità che salva la vita

L’Italia é un paese con uno sconfinato patrimonio di opere architettoniche di valore, che nei secoli hanno resistito a guerre, incendi, devastazioni e terremoti. Ma non é stato sempre così, e basta pensare al sisma di Messina del 1908, che rase al suolo anche Reggio Calabria e causò almeno 75.000 morti. O a quello dell’Aquila nel 2009, con danni agli edifici per milioni di euro e oltre 300 morti; o al terremoto della primavera 2012 in una vasta area dell’Emilia-Romagna. L’adeguamento sismico degli edifici a Bologna – una zona a rischio medio/alto – e in tutte le altre aree d’Italia é diventato di recente un obbligo di legge, e Costruzioni Vivarelli S.r.l. é una delle aziende del settore che opera nella regione. Non si tratta di un adempimento burocratico inutile ma di una misura che può effettivamente proteggere abitanti e costruzioni delle zone a rischio.

In che cosa consiste e come avviene il consolidamento

Vivarelli Costruzioni è un’azienda attiva dal 1972 nel campo delle costruzioni edilizie, che ha ottenuto le certificazioni ISO 9001 e SOA e che realizza numerosi tipi di intervento in campo edilizio, fra cui quelli di consolidamento strutturale contro i terremoti. La legge stabilisce che le nuove costruzioni siano realizzate con materiali e accorgimenti pensati per resistere ai sismi nel modo migliore.

Per i palazzi storici e per quelli già esistenti Costruzioni Vivarelli S.r.l. adotta dunque misure di adeguamento sismico degli edifici a Bologna, che esegue utilizzando anche metodi che sfruttano le qualità delle fibre di carbonio. Sia nel caso delle costruzioni antiche – progettate per resistere solo a spinte statiche – sia per quelle moderne (condomini, ville, palestre, magazzini) si può optare per rinforzi di ferro o di fibra di carbonio, che offre il vantaggio di essere meno invasiva da un lato, più flessibile e adattabile a necessità differenti dall’altro.

Dalle pagine del sito www.vivarellicostruzioni.it l’azienda fornisce i dettagli tecnici dei prodotti e delle tecniche impiegate, messe in opera in collaborazione con Mapei. In sostanza, nel caso del carbonio si tratta di "fasciare" muri, travi ed altri elementi (anche già danneggiati) con speciali "tessuti" carbonici, ritagliati nelle dimensioni e forme necessarie, incollati su una base di materiali aggrappanti, adesivi e resinosi, quindi intonacati o verniciati in modo da mimetizzarli perfettamente. L’adeguamento sismico degli edifici a Bologna, nel Bolognese e in Emilia (una regione classificata come a sismicità media, il che significa però pericolosità alta) prima che un obbligo di legge é una necessità assolutamente non trascurabile.

Fibra di carbonio: le caratteristiche

Gli FRP – materiali polimerici rinforzati – sono materiali compositi in cui reti di sottili fibre di carbonio (molto forti meccanicamente) si associano all’uso di resine che ne proteggono l’elasticità e ne aumentano la robustezza. Flessibilità e resistenza si rafforzano l’un l’altra in questi "tessuti" dall’aspetti di reti, che Costruzioni Vivarelli S.r.l. modella intorno a pilastri, pareti, soffitti, ovunque insomma ci sia bisogno di un rinforzo contro il rischio di terremoti. Nel caso dell’Emilia, l’adeguamento sismico di edifici a Bologna e provincia é stato ad esempio effettuato anche su costruzioni storiche, ora con l’utilizzo di rinforzi in ferro, ora adottando per le cupole antiche delle "iniezioni" di fibra di carbonio a fiocchi sulle due facce dell’elemento di copertura.

Vivarelli Costruzioni srl
Uffici: via Burione, 10 – 40045 Ponte della Venturina (BO) – Tel./Fax 0534 60080
Magazziono edile: Via Castellina, 11 – 40045 Ponte della Venturina (BO) – Tel. 0534 60094

Lascia un commento