Noleggio Lungo Termine vs “Noleggio” targa straniera

Articolo tratto da: www.noleggiosemplice.it
La circolazione di auto con targa straniera in Italia è un fenomeno sempre più frequente. Con il disegno di legge 1512 (in fase di approvazione) il governo italiano ha cercato di porre rimedio ad una situazione di “laissez faire” che si è venuta a creare nel nostro Paese, stabilendo che, entro un anno dal trasferimento effettivo della vettura straniera ad un soggetto con residenza in Italia, il veicolo dovrà essere immatricolato con  targa italiana pena il sequestro dello stesso. Sempre più persone infatti approfittano della targa straniera  per evitare multe e  pagamento del bollo.

Spesso si confronta questa forma alternativa con il classico servizio di Noleggio a Lungo Termine offerto dalla nostra azienda ma le differenze sono tante e ci preme in questa sede metterle in risalto.

In primis, già la denominazione utilizzata per indicare il servizio non è esatta.
Più che di Noleggio con targa straniera si dovrebbe parlare di Leasing con servizi. Non tutti sanno che in realtà si tratta di vetture vendute ai clienti con strumenti finanziari standard (leasing o finanziamento) arricchiti da alcuni servizi assicurativi e manutentivi, con tutti gli oneri annessi di un’esposizione bancaria non previsti invece nel Noleggio Lungo Termine puro.

I due prodotti sono agli antipodi anche per quanto concerne le aziende fornitrici.
Il contratto di noleggio prevede una società che concede il bene/servizio (locatore) ed il locatario ovvero colui che usufruisce del servizio. Nel caso di vetture con targa straniera, i fornitori sono di solito piccole società con sede legale all’estero ma operanti di fatto in Italia con capitali sociali limitatissimi ed un altissimo rischio di fallimento. Le conseguenze più evidenti di quanto appena descritto sono 2. Innanzitutto la qualità dei servizi offerti non è delle migliori, in  fondo si tratta  di  piccole società che non sono  in grado  di garantire alti standard qualitativi. In secondo luogo, l’ elevata percentuale di fallimenti rende molto probabile la perdita da parte degli utilizzatori dei servizi che avevano già pagato. Nel caso del Noleggio Auto Lungo Termine puro ci si affida invece a società internazionali con sedi di solito  in tutto il mondo e con capitali sociali di svariati milioni di euro, attente alla propria clientela ed in grado di offrire servizi di livello molto alto

La terza differenza fondamentale risiede nel rischio molto fondato di un accertamento fiscale rivolto agli utilizzatori di questi veicoli con targa straniera che dovranno dimostrare alle autorità competenti italiane come siano stati in gradi di acquistare/noleggiare questi veicoli. Negli ultimi mesi si sono infatti moltiplicati gli interventi della guardia di finanza per porre rimedio a questo fenomeno al limite della legalità.

In conclusione non si ravvede il motivo per cui un’azienda italiana dovrebbe utilizzare veicoli con targa estera affidandosi a società sconosciute e decisamente poco affidabili dal punto di vista finanziario, rischiando capitali importanti per guidare auto che potrebbero in futuro essere sequestrate in modo definitivo.

Fonte: http://www.noleggiosemplice.it/blog/il-noleggio-a-lungo-termine/noleggio-lungo-termine-noleggio-targa-straniera/

Chisinau: entrate fiscali nelle casse dello stato +11.5%! nel semestre 2015

7 mesi di 2015, le entrate di bilancio nazionali pubblici sono stati pari a 24.634,1 maturati mln. Lei, da 216,2 mil. Lei o almeno il 99,1 per cento dei compiti previsti per questo periodo. Rispetto allo stesso periodo del 2014, i ricavi sono aumentati del 2.463,9 mln. Lei o 11,1 per cento.
Fuori del totale delle entrate nazionali di bilancio pubblico, le entrate fiscali sono pari a 21.154,5 Mil. Lei e non entrate fiscali – 1.640,4 mil lei.. I compiti previsti per il periodo di riferimento sono stati raggiunti a livello di 100.2 per cento e 107,9 per cento su, si legge in una relazione del Ministero delle Finanze
Rispetto al rispettivo periodo del 2014, la riscossione delle entrate amministrato dal Servizio fiscale dello Stato è aumentato di 3.594,4 mln Lei o 33,7 per cento, e la riscossione delle entrate amministrata dagli organi di servizio doganale -. Da 1607 5 mil. lei o 22,7 per cento.
Fuori del gettito fiscale complessivo, le imposte sul reddito sono state accantonate per un importo di 3.189,0 milioni. Lei, da 207,3 mil. Lei o 7.0 per cento in più rispetto alle disposizioni del periodo di riferimento, e 464 9 mil. Lei o 17,1 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. L’importo delle entrate sugli immobili era 236,4 mil. Lei, 47,8 mil. Lei o 25,3 per cento in più rispetto alle disposizioni del periodo di riferimento. Rispetto a 7 mesi di precedenti, relativi ricavi sono aumentati del 3,0 mil. Lei o 1,3 per cento.
I ricavi da pedaggio sono pari a 380,9 milioni. Lei, che è 9,8 mil. Lei meno o il livello del 97,5 per cento rispetto alle disposizioni del periodo di riferimento, ma con il 78,8 mil. Lei 26,1 per cento più di 7 mesi del 2014.
Per i progetti finanziati da esterni istituzioni e di bilancio di investitori locali e donatori stranieri sono stati erogati contributi per un totale di 1.051,7 milioni Lei, di., Che: Grants domestico – 47,3 mil Lei e sovvenzioni estere – 1004.4. mil. lei.

Fiscalità del Noleggio Lungo Termine

Che si tratti di aziende, lavoratori autonomi o possessori di partita iva, il parco auto rappresenta un costo non indifferente e la possibilità di ammortare le spese è fondamentale. Tra le varie considerazioni al momento dell’acquisto o noleggio di una vettura, oltre all’ investimento di capitali, gli interrogativi a cui rispondere sono: Cosa rientra nella deducibilità? Quanto posso dedurre? A quanto ammonta la detraibilità dell’ iva?

Le percentuali di deducibilità si applicano a tutti i costi inerenti l’autovettura (valore del veicolo, servizi, manutenzione e carburante). La semplicità di gestione fiscale è un importante aspetto del Noleggio a Lungo Termine. Tale semplicità è garantita dalla presenza di un’unica fattura che evidenzia le spese sostenute e velocizza tutte le operazioni di deduzione e detrazione.

 

Deducibilità costi

Godono della piena deducibilità (il 100%) i veicoli che sono direttamente collegati all’attività dalla quale derivano i ricavi, i cosiddetti “beni strumentali”ad uso esclusivo dell’attività di impresa, senza i quali l’attività non può essere in alcun modo esercitata (autobus, autocarri, trattori stradali, veicoli commerciali, furgonati, le vetture delle scuole guida e taxi).Per quanto riguarda i veicoli con costi parzialmente deducibili, andremo ad analizzare nella fattispecie le percentuali applicate ad aziende, lavoratori autonomi, agenti di commercio.

Per le imprese la deduzione relativa alla spesa del parco auto varia in riferimento all’uso specifico del veicolo, uso strumentale, uso promiscuo e fringe benefit.
L’uso strumentale di cui abbiamo già parlato in precedenza, garantisce la piena deducibilità dei costi e dei sevizi (100%) e riguarda le vetture immatricolate N1 (autocarri), veicoli commerciali o le auto utilizzate esclusivamente nello svolgimento dell’attività aziendale.
Nell’uso promiscuo (aziendale e personale), la percentuale di deducibilità del costo applicata è del 20% del valore del veicolo (con un costo massimo riconosciuto fiscalmente pari a € 3.615,20). Anche per la quota servizi è stato designato il limite del 20%, senza tuttavia alcuna limitazione dell’importo.           Il fringe benefit infine rappresenta la maggioranza dei casi dei veicoli concessi ai dipendenti. Il mezzo è assegnato al dipendente in uso esclusivo personale e tassato come reddito di lavoro dipendente. È prevista un’ipotesi di deducibilità pari al 70% del valore dei canoni e dei servizi. L’applicazione di tale disposizione impone che l’utilizzo da parte del dipendente stesso debba essere comprovato da idonea documentazione (inserimento in busta paga) e che il veicolo debba essere utilizzato dal dipendente per la metà più 1 dei giorni che compongono il periodo d’imposta del datore di lavoro (quindi 183 giorni all’anno).

Nel caso di lavoratori autonomi la deducibilità dei costi relativi ai veicoli è pari 20% del valore dei canoni su un massimo annuo di € 3.615 per i veicoli utilizzati nell’ambito dell’esercizio di arti o professioni. La quota dei servizi si attesta al 20% senza alcuna limitazione di importo.

Gli agenti di commercio, infine, si sono visti confermare l’80% per i veicoli (con un costo massimo riconosciuto fiscalmente pari a € 3.615,20 all’anno) e l’80% per le spese di gestione e manutenzione senza alcuna limitazione.

 

Detrazione iva

Per gli autoveicoli in Noleggio Lungo Termine ad uso promiscuo le aziende, le società di persone e i liberi professionisti possono usufruire di una detrazione pari al 40% dell’IVA sul canone finanziario e al 40% sul canone servizi .
Tale limitazione non è valida per i veicoli utilizzati interamente a fini professionali, tra i quali sono compresi:
a) i veicoli strumentali all’attività propria dell’impresa (autocarro 100% canone finanziario e 100% canone servizi);
b) quelli dati in dotazione ai dipendenti per uso personale (fringe benefit) (da un minimo del 40% ad un max del 100% del canone finanziario e del canone servizi).
c) quelli utilizzati da agenti e rappresentanti di commercio. La percentuale va calcolata in base all’effettivo utilizzo e può arrivare a al 100% in caso di uso esclusivo in ambito lavorativo.

Per avere un quadro di sintesi delle percentuali di deducibilità e detraibilità potrete consultare la nostra Tabella fiscale Noleggio Semplice.

5 Buone Ragioni per scegliere il Noleggio Lungo Termine

Nato come soluzione tipicamente aziendale, il Noleggio a Lungo Termine nel corso degli anni sta conquistando il mercato automobilistico confermandosi sempre più come  alternativa al tradizionale acquisto. Cresce il numero di imprese, liberi professionisti e clientela privata che si rivolgono alle società di Noleggio per le loro esigenze di mobilità.


Il Noleggio a Lungo Termine è una formula contrattuale che prevede l’utilizzo di una vettura per un arco temporale concordato (da un minimo di 24 mesi ad un massimo di 60 mesi) e con un chilometraggio prestabilito. Un unico canone mensile include una serie di servizi: manutenzione ordinaria e straordinaria, gestione degli pneumatici, tassa di possesso, traino e soccorso stradale 24/7, tutte le coperture assicurative.


Molteplici sono i vantaggi del Noleggio a Lungo Termine ma per semplificarli in breve li raggrupperemo in 5 punti chiari e concisi.


Mobilità sicura ed efficiente

Che sia un’azienda, un privato o un’impresa un’auto efficiente e garantita semplifica la vita. Le vetture a Noleggio Lungo Termine sono tutte nuove e quindi si beneficia di tecnologie all’avanguardia, consumi ed emissioni inquinanti minime, prestazioni ottimizzate e comfort di guida. Una mobilità sicura e sostenibile non solo è indice di risparmio (abbattimento delle spese di carburante, alti valori residui, canoni convenienti) ma rappresenta quella marcia in più sia nella propria attività che nella vita quotidiana. Il contratto di Noleggio a Lungo Termine include la manutenzione programmata, quella straordinaria e la gestione degli pneumatici. Il risultato sarà quello di avere a disposizione un’auto sempre efficiente ed in perfette condizioni, grazie ad un team di professionisti che si prenderanno cura del veicolo.


Costi fissi e rischi calcolati

Tutti i costi di gestione del veicolo saranno definiti nella fase contrattuale. Sin dal primo momento sarà possibile effettuare una stima precisa del capitale investito per la nuova vettura. Il Noleggio  si fonda, infatti, su un canone mensile fisso concordato con il cliente e senza aumenti ingiustificati per tutta la sua durata. I servizi inclusi nell’offerta, inoltre, eviteranno spiacevoli sorprese, nessuna maxirata finale ma la possibilità di restituire il veicolo e di stipulare un nuovo contratto, godendo del piacere di una mobilità su misura e senza intoppi.


Nessun usato da gestire

Noleggiare un’auto a lungo termine libera dal giogo della proprietà. Un’auto di proprietà è un fardello non solo per le piccole e grandi azienda ma anche per i privati. Quando si decide di sostituire la propria vettura con una nuova, è necessario preoccuparsi della rivendita, una bella responsabilità dalla quale si sarà esonerati grazie al Noleggio. Sarà la società locatrice a farsi carico di questa incombenza senza alcuna spesa aggiuntiva. Niente più passaggi di proprietà, niente più modifiche assicurative, l’unico pensiero sarà scegliere quale auto nuova noleggiare.


Gestione Amministrativa semplificata

Questo aspetto riguarda in particolare le piccole e grandi aziende ed i possessori di partita iva. Il Noleggio Auto Lungo Termine semplifica la gestione amministrativa del parco aziendale. Un’unica fattura mensile comprende tutti i costi legati all’utilizzo del veicolo ed ai servizi inclusi. Sarà molto semplice tenere sotto controllo i costi di gestione del veicolo e svolgere le operazioni fiscali. Non sarà più necessario sprecare tempo e risorse umane per la gestione della flotta, avendo maggior tempo a disposizione per concentrarsi sul proprio core business.


Non è un Prodotto Finanziario

A differenza del leasing e del finanziamento, il Noleggio a Lungo Termine non è un prodotto finanziario, non crea esposizione bancaria e finanziaria, per cui il cliente è libero di richiedere finanziamenti e mutui per nuovi acquisti, per una ristrutturazione o per qualsiasi altro progetto desideri.
Se a quanto finora descritto aggiungiamo la possibilità di essere seguito da un team di consulenti esperti e professionali, la garanzia di un risparmio calcolato del 25/30% , la possibilità di svolgere manutenzione ordianaria e straordinaria nella propria zona di riferimento presso le numerose officine autorizzate dislocate in Italia ed Europa, è facile comprendere le ragioni del successo del Noleggio.